Business Plan per un Investimento Immobiliare - homstate

Business Plan per un Investimento Immobiliare

Per investire in un immobile a reddito – cioè crearsi un reddito attraverso l’investimento immobiliare – è prima di tutto necessario realizzare un business plan per un investimento immobiliare.

In questo articolo ti spieghiamo cos’è e cosa dovresti tenere in considerazione per impostarne uno.

Che cos’è un Business Plan?

ll Business Plan – o piano aziendale – è un documento che descrive in dettaglio un progetto imprenditoriale: include obiettivi, strategie, vendite, marketing e previsioni finanziarie e serve ad aver ben chiaro il processo in tutte le fasi e a stabilirne la fattibilità. Ti dà la panoramica dell’investimento.

Ora ti starai chiedendo cosa c’entrano le dinamiche aziendali con l’affitto di una casa: come vedremo, fare un investimento immobiliare a reddito e svolgere un’attività imprenditoriale hanno molte cose in comune.

Quando conviene comprare casa? Investire in immobili da affittare è una forma di business: c’è il rischio di impresa, ci sono costi e ricavi da tenere sotto controllo e, se tutto va come deve andare, ci sono anche buoni profitti.

Quello immobiliare infatti è un settore particolare e il mercato degli investimenti, nonostante le oscillazioni fisiologiche, non affronta vere e proprie perdite di valore nel lungo periodo. Perciò dove fare un investimento immobiliare?

Investire nella casa in cui abiti

Ma che bisogno c’è di impostare un business plan immobiliare, quando il tuo progetto è semplicemente quello di acquistare una casa per viverci, risparmiando così l’affitto?

Eccoti un consiglio gratis: investire il tuo capitale nella tua casa principale potrebbe essere un grave errore. Investire il proprio denaro nella casa in cui vivere infatti potrebbe non essere un investimento, ma un costo! 

Investire in un immobile da affittare

L’immobile principale non produce redditi (si limita a non farti spendere). Investire in un immobile da affittare invece ti consente di avere un reddito mensile prodotto dai canoni di locazione, con i quali potrai pagare la rata di un mutuo per la tua abitazione principale.

Al termine ti troverai la casa pagata e un reddito aggiuntivo costante.

Capisci adesso perché c’è bisogno di un business plan per un investimento immobiliare? Avere ben chiari costi ed entrate, i rischi, e soprattutto gli obiettivi, ti aiuterà a massimizzare i profitti dai tuoi immobili in affitto, riducendo al minimo le spese

Attenzione: dati per gli investimenti immobiliari

Avrai capito che, più informazioni e dati riuscirai a raccogliere, più i tuoi calcoli saranno precisi e migliore sarà il tuo piano per investire in una casa. I dati devono essere il più possibile precisi: più il margine d’errore è ampio, più alti sono i rischi.

Se non sei sicuro su qualcosa, investi nella consulenza di un valido professionista: si ripagherà ampiamente.

Il dato che più di tutti potrebbe compromettere l’efficacia del tuo business plan immobiliare è certamente la stima del valore dell’immobile su cui intendi investire: se lo paghi più di quel che vale, rientrare sarà davvero dura.

Per fortuna, oggi puoi fare una valutazione della casa online grazie a valutatori efficaci e gratuiti come quello di Homstate: l’algoritmo sviluppato da Homstate prende in considerazione un gran numero di variabili in tempo reale per darti una stima davvero precisa. 

Business Plan per un investimento immobiliare: fare bene i calcoli

Se vuoi “investire nel mattone”, probabilmente hai qualche soldo da parte. A seconda dell’ammontare di questa cifra, puoi scegliere se investire in uno o più immobili e se eventualmente pagarne solo una quota e coprire il resto attraverso un mutuo bancario. Dipende dalla convenienza dei tassi di interesse nel momento in cui investi, e soprattutto da quello che preferisci fare tu.

In ogni caso dovrai fare bene i conti per capire se l’investimento immobiliare promette bene o viceversa non s’ha da fare.

Conosci i tuoi costi?

Per impostare un progetto di investimento immobiliare occorre avere una stima più esatta e completa possibile dei costi, tra cui:

  • spese notarili; 
  • eventuali provvigioni per agenzie immobiliari; 
  • eventuali costi per consulenze;
  • imposte;
  • lavori di ristrutturazione; 
  • spese condominiali…

Il calcolo dei costi serve a rendersi conto se l’investimento in un certo immobile è redditizio oppure rischia di essere un affare in perdita.

Calcolare la rendita lorda dell’immobile

Oltre ai costi, devi calcolare la rendita o rendimento che l’appartamento in cui desideri investire potrebbe produrre, basato su una stima del valore di affitto. Stimare il valore di affitto di un immobile non è sempre facile – e questo è uno dei casi in cui potresti affidarti a un consulente.

Questo valore va moltiplicato per 12 mesi dell’anno su cui si paga il canone di locazione, che ti darà l’importo totale dei ricavi.

Questo importo andrà ancora diviso per il prezzo ipotetico di acquisto dell’immobile e moltiplicato per 100, così:

Importo affitto mensile X 12 / prezzo immobile X 100 

Questo valore dovrebbe tendere il più possibile al 6%. Se lo supera, meglio ancora.

Più ci si avvicina a questa soglia, migliore si prospetta l’investimento: considera che il rendimento medio degli immobili residenziali è di circa il 4-5%.

Il calcolo della rendita di un immobile è ovviamente un calcolo astratto, che non dà garanzia di buona riuscita dell’investimento.

Calcolare il ritorno dell’investimento immobiliare (ROI) in 4 step

Una volta stabiliti tutti i costi e calcolata la rendita lorda, possiamo procedere a calcolare il ritorno dell’investimento da inserire nel nostro business plan per un investimento immobiliare: ovvero quello che materialmente ci verrà in tasca se avremo lavorato bene.

Il ROI si calcola tenendo in considerazione tutte le altre spese e le somme investito per l’acquisto dell’immobile. Si calcola dividendo il profitto annuo (affitto x mensilità – spese) per la somma a cui è stato acquistato l’immobile, moltiplicato 100.

ROI = (affitto x mensilità – spese) / valore acquisto immobile x 100

Marketing per il tuo investimento immobiliare

“Ma cosa c’entra il marketing? Io volevo solo investire in una casa da affittare…”

Hai ragione, ma anche per affittare in modo efficace la tua casa – cioè al prezzo giusto e ovviamente senza rimetterci dei soldi – un po’ di marketing lo dovrai masticare.

Il piano di marketing del tuo business-plan immobiliare comprende: 

  • analisi della concorrenza – quanta offerta di affitti c’è nella zona che hai scelto? Che tipo di case? ecc; 
  • i tuoi punti di forza – cosa rende la tua offerta migliore;
  • l’analisi del tuo mercato immobiliare della tua zona. 

Dovrai includere in questo piano anche le strategie che intendi utilizzare per affittarlo, sia che tu intenda fare da solo, sia che tu voglia affidarti a un’agenzia. Metti tutto per iscritto e fatti venire nuove idee per battere la concorrenza!

Homstate: un aiuto per il tuo Business Plan in un’operazione immobiliare

Redigere un business plan per investimenti immobiliari può essere complesso. Sapere a quali professionisti rivolgersi in caso di necessità ti consente di partire avvantaggiato: in Homstate abbiamo avviato un’attività di consulenza 100% gratuita per chi desidera affittare la propria casa.

  1. Contattaci senza impegno;
  2. Scopri gratis la strategia migliore per te insieme a uno dei consulenti di Homstate;
  3. Scegli tu se seguire i suggerimenti: zero vincoli, zero spese.

Insieme troveremo la strategia più efficace su misura per massimizzare le tue possibilità.